News

19° PREALPI MASTER SHOW

 

 

 

 

 

 

 

 

Si è brillantemente conclusa la 19° edizione del Rally terra Prealpi Master Show, valido per il trofeo Raceday Ronde Terra, in quel di Sernaglia della Battaglia, ai piedi delle prealpi trevigiane.

Notevole come sempre la partecipazione che ha visto al via ben 160 equipaggi tra cui 6 auto storiche condotte da piloti del calibro di Jari-Matti Latvala e Mikko Hirvonen.

La partenza nella fredda serata di sabato con una prova speciale “night” e le successive tre prove alla domenica mattina di 10,40 km, molto toste, con condizioni di ghiaccio e fango che hanno messo a dura prova i concorrenti provocando ben 33 ritiri.

La prova speciale si presentava uguale alle passate edizioni, ma con una modifica nella parte iniziale: abbandonata la partenza sull'asfalto, quest'anno lo start è stato ideato sulla terra, ed i nuovi ottocento metri di speciale sono risultati una velocissima serie di curve molto spettacolari da vedere e naturalmente da guidare.

 

La vittoria è andata alla coppia Romagna-Lamonato su Delta Integrale per le storiche, precedendo il pilota ufficiale Toyota al mondiale rally Latvala, per l’occasione al volante di una Toyota Celica ST 165, mentre per le moderne quarta vittoria consecutiva per la coppia di casa Mauro Trentin e Alice De Marco su Ford Fiesta WRC che ha preceduto di soli 2”3/10 l’equipaggio Scattolon-Zanini, al volante di una Skoda Fabia.

 

Non facile la gestione della gara a causa delle numerose interruzioni con continua modifica dei tempi settore dovute a incidenti, e le particolari condizioni meteo del periodo invernale che, come detto in precedenza, presentavano ghiaccio e fango.

Grazie all’esperienza e anche alla passione dei Crono Trevigiani la manifestazione è stata portata a termine nel migliore dei modi con soddisfazione di tutti.

 

Tutti i risultati della gara sono consultabili ai seguenti link:

Auto moderne

Auto storiche

 

Meri Carraro

ASD Cronometristi Treviso

 

ASOLO ULTRAMARATONA 100 KM

Asolo, città d'arte e di storia, uno dei borghi più belli e suggestivi d'Italia, definita da Giosuè Carducci “Città dai cento orizzonti”, 15 Luglio 2017 ore 14:00, ha ospitato la partenza della Ultramaratona di 100 km, da cui la manifestazione prende il nome, inserito anche il percorso di 50 km.

I dolci colli Asolani, Maser e tutta la montagna del Grappa, sono stati gli scenari che hanno ospitano gli oltre 350 atleti che si sono cimentati in questa manifestazione sia sportiva che di vita dato che è necessario spingersi oltre i propri limiti.

Cima Grappa con il suo Ossario, monumento a memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale, è il punto più alto dell'intero percorso; con il suoi 1784 metri s.l.m. ha atteso gli arrivi della 50 km e l'intermedio della 100 km.

E poi giù, altri 50 km fino al traguardo avendo come limite le 20 ore a disposizione dalla partenza.

Il cronometraggio è stato effettuato dalla Associazione di Treviso con i crono Ongaro, Fontana, Faggin e Comazzetto.

I sistemi utilizzati: IPICO LITE e ELITE con chip passivi, software Mispeaker, tabelloni grafici Microgate.

Il sistema IPICO LITE ha rilevato i tempi del vincitore della 50 km ed il passaggio intermedio della 100 km.

I tempi finali della 100 km sono stati rilevati con il sistema IPICO ELITE dove risulta vincitore il triestino Enrico Maggiola con il tempo di 8h 12' 4” fermando il cronometro con il record a metà percorso di 4h 30'.

I concorrenti potevano rilevare il loro tempo di percorrenza all'arrivo dei 100 km dai tabelloni luminosi che informavano in real time:

–   tempo all'arrivo

–   nome dell'atleta in arrivo – tempo impiegato e posizione in classifica (foto ricordo a go-go)

–   ora solare

Per i rilevamenti manuali di sopporto è stato utilizzato il vecchio e sempre valido Master-DIGITECH.

La vincitrice tra le donne è stata Lorena Brusamento che ha concluso l'estenuante prova in 10h 16' 5”.

Nel percorso breve della 50 km la vittoria è andata a Federico Borlenghi con il tempo di 4h 58' 1”, mentre al femminile prima piazza a Lorenza Piastra in 5h 28' 5”.

Non dimentichiamo i vincitori dell'ambitissimo cucchiaio di legno riservato agli ultimi arrivati che sono Paolo Colliva e Giovanna Rigoldi facendo fermare il tempo a 18h 41' 4”.

L'organizzazione della Asolo 100km e i quattro crono che hanno prestato il loro servizio alla manifestazione di oltre 20 ore hanno condiviso con gli atleti le temperature di 32 gradi alla partenza e 8 gradi in vetta Grappa e anche qualche goccia di pioggia ripagati poi da una limpida notte in cui, dalla postazione di cronometraggio, si potevano ammirare i fuochi della festa del Redentore di Venezia.

 

Classifiche 100 km

Classifiche 50 km

 

Meri Carraro

ASD Cronometristi Treviso

 

NUOTO MASTER: 17° MEMORIAL ANDREA BETTIOL

Venerdi' 19 e sabato 20 maggio al Natatorium Treviso è andato in onda il 17° Memorial Bettiol, prima gara di nuoto ad apertura dell'impianto esterno.

Il più grande evento di nuoto master, la manifestazione più partecipata d'Italia, basta dare qualche numero per capire che questo è un appuntamento sportivo di notevole rilevanza per il nuoto Italiano Master.

Infatti parliamo di quasi 2.000 atleti, 108 società (61venete) provenienti da 11 regioni diverse.

Da rilevare 129 squadre che hanno disputato le gare di staffetta. Si è gareggiato in quasi tutte le specialità olimpiche con grande attenzione alle distanze lunghe degli 800 e 1500 metri, vero piatto forte del Memorial Bettiol.

 

Diversi cronometristi impegnati in questa due giorni incuranti dei numerosi acquazzoni che hanno accompagnato questa manifestazione.

Nonostante il tempo meteorologico  avverso ci sono stati risultati cronometrici importanti con record mondiali, europei e italiani.

Due giornate “bagnate” ma  ricche di emozioni.

 

Meri Carraro

ASD Cronometristi Treviso

 

 

ASSEMBLEA ORDINARIA ED ELETTIVA

Si è tenuta venerdì 27 gennaio l'assemblea ordinaria dei kronos trevigiani, che oltre a chiudere il 2016, prevedeva anche l'elezione della nuovo direttivo per il quadriennio 2017-2020.

Nella prima parte dell'assemblea il Presidente Bardini ha dato lettura della relazione morale sull'anno 2016: un anno indubbiamente positivo, che ha visto un leggero aumento dei servizi svolti che ha permesso di far fronte ai grossi investimenti in apparecchiature che erano stati fatti ad inizio 2016.

 

Si è passati poi alle elezioni di presidente, consiglio direttivo, revisore dei conti e collegio dei provibiri, con i seguenti risultati:

  • Presidente: Pietro Bardini
  • Consiglio direttivo: Gigi Tartaglia, Meri Carraro, Giuseppe Ongaro, Luigino Boscolo, Tiziano Zanesco, Franco Vendramelli
  • Revisore dei conti: Michele Conte
  • Collegio dei provibiri: Oreste Andreatta, Stefano Dalto, Giacomo Fontana

 

Non resta che fare un augurio di buon lavoro a tutti gli eletti!

 

 


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito accetti la nostra politica. Per saperne di piu'

Approvo